Tabella maggioranza assembleare

      TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

 

Nella tabella viene usato il termine “condòmini” per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine “intervenuti” per far riferimento ai partecipanti all’ assemblea.

QUORUM COSTITUTIVI QUORUM DELIBERATIVI
ARGOMENTO  

CONDÒMINI

(tra parentesi è indicato il numero dei condòmini

necessario in seconda convocazione)

 

MILLESIMI

(tra parentesi è indicato il

valore delle

quote necessario in seconda convocazione)

 

CONDÒMINI

(tra parentesi è indicato il numero dei condòmini

necessario in seconda convocazione)

 

MILLESIMI

(tra parentesi è indicato il

valore delle

quote necessario in seconda convocazione)

Amministratore: compenso  (art. 1135) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
Amministratore: nomina, conferma e revoca (art. 1136) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Amministratore: diniego di rinnovazione (tacita)

dell’incarico/disdetta (art. 1129)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Antenne satellitari

(D.L. n. 5/’01, come convertito in L. n. 66/’01)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Ascensore: superamento delle barriere architettoniche

(L. n. 13/’89)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Costituzione o trasferimento dei diritti reali (art. 1108) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
 

Deliberazioni che non richiedono

maggioranze espressamente previste dalla legge

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
 

Deliberazioni che modificano le destinazioni d’uso delle parti comuni per soddisfare esigenze di interesse condominiale

(art. 1117-ter)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) 4/5 condòmini (idem) 800 (idem)

 

 

Deliberazioni in merito alla tutela delle destinazioni d’uso

(art. 1117-quater)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Deliberazioni che autorizzano l’amministratore  a partecipare e collaborare a progetti, programmi e iniziative territoriali promossi dalle istituzioni locali o da soggetti privati qualificati, anche mediante opere di risanamento di parti comuni degli immobili nonché di demolizione, ricostruzione e messa in sicurezza statica, al fine di favorire il recupero del patrimonio edilizio esistente, la vivibilità urbana, la sicurezza e la sostenibilità ambientale della zona in cui il condominio è ubicato

(art. 1135)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

 

 

 

 

 

 

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Impianti non centralizzati di ricezione radiotelevisiva e di produzione di energia da fonti rinnovabili: deliberazioni che prescrivono adeguate modalità alternative di esecuzione ovvero impongono cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio o, ancora, impongono la prestazione di idonea garanzia per eventuali danni (art. 1122-bis) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

 

 

 

 

 

maggioranza intervenuti

(idem)

667 (idem)
 

Impianti non centralizzati di ricezione radiotelevisiva: adeguamento di quelli esistenti in modo da recare il minor pregiudizio alle parti comuni e alle unità immobiliari di proprietà esclusiva

(art. 155-bis disp. att. c.c.)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
 

Impianto di riscaldamento: distacco  da cui derivino notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa

per gli altri condòmini  (art. 1118, a contrario)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Impianto di riscaldamento: intervento di trasformazione per contenimento energetico individuato attraverso un attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato (L. n. 10/’91) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti  (idem)

 

334 (idem)
Impianto di riscaldamento:

adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore e conseguente riparto degli oneri in base al consumo effettivamente registrato (L. n. 10/’91)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500  (idem)

 

 

Infrastrutture di ricarica elettrica dei veicoli: opere edilizie di

installazione (D.L. n. 83/’12, come convertito in L. n. 134/’12)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Innovazioni: gravose o

voluttuarie  (art. 1121)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

667 (idem)
Innovazioni condominiali relative ai lavori di ammodernamento necessari al passaggio dei cavi in fibra ottica (L. n. 69/’09) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Innovazioni che rendano talune parti comuni dell’edificio  inservibili all’uso o al godimento anche di un solo condomino

(art. 1120, a contrario)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
 

Innovazioni: uso più comodo, miglioramento o maggior rendimento delle cose comuni

(art. 1120)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

667 (idem)
 

Innovazioni aventi ad oggetto:  1) opere e interventi volti a migliorare la sicurezza e la salubrità di edifici e impianti; 2) opere e interventi previsti per eliminare barriere architettoniche, per il contenimento del consumo energetico degli edifici, per la realizzazione di parcheggi destinati al servizio delle unità immobiliari o dell’edificio, nonché per la produzione di energia mediate

l’utilizzo di impianti di

cogenerazione, fonti eoliche, solari o comunque rinnovabili da parte del condominio o di terzi che conseguano a titolo oneroso un diritto reale o personale di godimento del lastrico solare o di altra idonea superficie comune; 3) installazione di impianti centralizzati per la ricezione radiotelevisiva e per l’accesso a qualunque altro genere di flusso informativo (con esclusione degli impianti che non comportano modifiche in grado di alterare la destinazione della cosa comune e di impedire agli altri condòmini di farne uso secondo il loro diritto)

(art. 1120)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Internet: attivazione sito per consultazione ed estrazione copia, in formato digitale, dei documenti previsti dalla delibera assembleare

(art. 71-ter disp. att. c.c.)

 

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

 

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)

 

Interventi di recupero relativi  ad un unico immobile composto da

più unità immobiliari

(L. n. 457/’78, come modificata dalla L. n. 179/’92)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza

condòmini

(idem)

500 (idem)
 

Interventi volti al contenimento del consumo energetico individuati attraverso un attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato   (L. n. 10/’91)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti  (idem)

 

334 (idem)
 

Ipoteca: costituzione per garantire la restituzione delle somme mutuate per la ricostruzione o per il miglioramento della cosa comune (art. 1108)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza

condòmini

(idem)

667 (idem)
 

Liti attive e passive su materie esorbitanti le attribuzioni dell’amministratore

(art. 1136)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Locazioni ultranovennali (art. 1108) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Manutenzione ordinaria maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
Manutenzione straordinaria: riparazioni di notevole entità

(art. 1136)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Mediazione: delibera che legittima l’amministratore a partecipare al

procedimento  (art. 71-quater)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Mediazione: approvazione della

proposta conciliativa

(art.71-quater)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Parcheggi sotterranei o siti al piano terreno: realizzazione

(L. n. 122/’89)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Portierato: soppressione, istituzione o modificazione  del servizio maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza

intervenuti (idem)

667 (idem)
Regolamento: deliberazione sulle sanzioni in caso di infrazione  (art. 70 disp. att. c.c.) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Regolamento: approvazione e modifiche (art. 1138) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)

 

Regolamento contrattuale: modifiche comportanti variazioni

nei diritti soggettivi sulle cose comuni o nel potere dei condòmini di disporre delle proprietà esclusive

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Rendiconto annuale: approvazione (art. 1135) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
Residui attivi: impiego (art. 1135) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
Revisore condominiale: nomina (art. 1130-bis) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Ricostruzione dell’edificio in caso di perimento inferiore a 3/4 del valore dello stesso (art. 1128 e art. 1136) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Ricostruzione dell’edificio in caso di perimento totale (superiore a 3/4 del valore dello stesso)

(art. 1128)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Scioglimento: divisione in parti con caratteristiche di edifici autonomi  (art. 61 disp. att. c.c.) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
 

Scioglimento: modifiche allo  stato attuale dell’edificio per rendere possibile la divisione in

parti autonome

(art. 62 disp. att. c.c.)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

667 (idem)
 

Sopraelevazione: autorizzazione in

caso di divieto

(art. 1127, a contrario)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Spese: ripartizione (art. 1135) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

500 (334)
Supercondominio: designazione per ciascun condominio di un proprio rappresentante all’assemblea per la gestione ordinaria delle parti comuni e per la nomina dell’amministratore (quando i partecipanti sono complessivamente più di sessanta)

(art. 67 disp. att. c.c.)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) maggioranza intervenuti

(idem)

667 (idem)
Tabella dei valori millesimali ai fini della determinazione delle quote di comproprietà: formazione, rettifica o modifica maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Tabelle millesimali per la

ripartizione delle spese: formazione (art. 69 disp. att. c.c.)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Tabelle millesimali per la ripartizione delle spese: rettifica o modifica in assenza di errori o di mutamenti nelle condizioni dell’edificio che alterino per più di un quinto il valore proporzionale dell’unità immobiliare anche di un

solo condomino

(art. 69 disp. att. c.c.)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334) consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
 

Tabelle millesimali per la ripartizione delle spese: rettifica o modifica in  conseguenza di errori o di mutamenti nelle condizioni dell’edificio che alterino per più di un quinto il valore proporzionale dell’unità immobiliare anche di un

solo condomino

(art. 69 disp. att. c.c.)

maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

 

 

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)
Vendita o cessione di beni (art. 1108) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  consenso della totalità dei condòmini

(idem)

1000 (idem)
Videosorveglianza:  installazione di un impianto su parti condominiali (art. 1122-ter) maggioranza condòmini

(1/3 condòmini)

667 (334)  

maggioranza intervenuti

(idem)

500 (idem)

 

 

 

 

Detrazioni fiscali 2018

CONDOMINIO DEI FIORI

Bonus ristrutturazioni 2018: proroga detrazioni fiscali Irpef per i lavori in casa effettuati fino al 31 dicembre.
Anche per i lavori in casa effettuati a partire dal 1° gennaio 2018 sarà possibile beneficiare della detrazione Irpef, per un importo pari al 50 per cento delle spese sostenute.
La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti novità sui bonus casa per i contribuenti.
In questo articolo ci occuperemo nel dettaglio del bonus ristrutturazioni 2018, analizzando quali sono le agevolazioni previste e prorogate fino al prossimo 31 dicembre per chi effettua lavori in casa.

Le novità previste a partire dal 1° gennaio 2018 sono molte: si va dalla conferma della proroga del bonus ristrutturazioni e mobili, alle nuove aliquote di detrazione per l’Ecobonus per lavori iniziati a partire dal 1° gennaio 2018.

Nel testo della Legge di Bilancio 2018 trova inoltre conferma l’introduzione del bonus verde, ovvero la detrazione del 36% e fino a 5.000 euro di spesa per la cura di giardini e terrazzi privati.

La proroga della detrazione del 50% fino a 96.000 euro di spesa per lavori di ristrutturazione effettuati nel 2018 era particolarmente attesa

Detrazioni fiscali condomini 2017

Detrazioni fiscali condomini 2017

Le detrazioni fiscali Irpef 2017 contenute nella Legge di Bilancio dello scorso anno vengono confermate per singole unità abitative ed edifici anche per il 2017. Le modalità per ottenere i vantaggi per le ristrutturazioni restano le stesse: pagamento con bonifico parlante, se si rientra nella categoria, invio documentazione.

Le ristrutturazioni di condomini o parte di essi, invece, vengono confermate fino al 31 dicembre 2021: grande opportunità per chi ha intenzione di effettuare interventi di riqualificazione energetica per la sua abitazione.

Le novità, infatti, non consistono solo nell’estensione del periodo delle detrazioni fiscali Irpef ma anche dall’ammontare percentuale di esse: si tratta del 70% o 75% se si rientra in determinati parametri di superficie. Vediamo nello specifico cosa prevede la normativa.

Condominio, detrazioni fiscali Irpef 2017: requisiti per i condomini

Le detrazioni fiscali Irpef 2017, secondo la normativa esistente, cioè l’art. 1 comma 2- quater della Legge 232/2016, possono essere usufruite soltanto da chi opera un intervento superiore al 25% del totale dell’involucro dell’edificio, cioè della sua superficie lorda disperdente. In questo caso la percentuale di detrazione sale al 70%.

I condomini inoltre, possono beneficiare di un ulteriore 5%, quindi per un totale di 75%, se l’intervento di riqualificazione è di tipo energetico: tutto ciò resta valido sia per l’intero condominio che per parti di esso. Le detrazioni, inoltre, sono fruibili anche dagli istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, per interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Advertisment

Alle detrazioni fiscali Irpef 2017, inoltre, si aggiungono altre opportunità per quei condomini che desiderano godere di un aiuto maggiore: al comma 2-sexies si dichiara che i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi, oppure ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito. Le modalità di questa opportunità di cessione saranno comunque specificate entro il 1° marzo 2017 dall’Agenzia delle Entrate, eppure è già chiaro che la cessione non potrà avvenire verso istituti di credito e intermediari finanziari.

Detrazioni fiscali Irpef 2017 e documenti condominio: come richiederle

I documenti necessari per richiedere le detrazioni fiscali Irpef 2017 condominio sono due:
• il primo è l’attestazione energetica rilasciata da un professionista abilitato alla certificazione;
• il secondo è la scheda descrittiva degli interventi svolti. Entrambi devono essere inviati all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Nello specifico rimandiamo al testo del Decreto “Edifici” del 19 febbraio 2007, modificato poi successivamente.

Le detrazioni fiscali Irpef 2017, tuttavia, sono possibili solo se il pagamento dei lavori condominiali è effettuato tramite bonifico bancario o postale, con inserimento in causale di una formula che rimandi alla detrazione stessa.

Documenti ed entità delle detrazioni sono contenute nella Legge di Bilancio 2017, di cui proponiamo il testo, nonché nel Decreto appena citato, che riportiamo in calce all’articolo.